domenica 24 settembre 2017

l'algoritmo per l'ascolto dei cd

il 15 settembre, giorno dell'uscita del nuovo cd di caparezza, il corriere ce ne ha consegnata puntualmente una copia.
in una famiglia di fan "normali" si sarebbe scartato il cd e lo si sarebbe ascoltato immediatamente/il prima possibile.
sicuramente è quello che avrei fatto io se il cd fosse stato mio.
ma il cd è del matematico, l'ha comprato lui e quindi valgono le sue regole, o meglio, gli imperscrutabili ordini dell'algoritmo che impongono di ascoltare il cd a ottobre. a ottobre. capite?!??!?


per fortuna al matematico non piacciono i negramaro
e il 17 novembre, quando uscirà il nuovo cd, sarà mio, e verrà ascoltato in loop per giorni fino all'usura delle tracce mp3.
come prevede il mio personalissimo algoritmo.

ps: domani parte la nuova sfavillante newsletter piena di anticipazioni e novità. se volete iscrivervi qui sul blog c'è la solita barra azzurra in cui inserire il vostro indirizzo email.

martedì 19 settembre 2017

cosa bolle in pentola

non scrivo tanto sul blog perché sono super indaffarata:
lo scorso weekend sono stata a pordenonelegge a vedere la niven, covacich, la ciabatti.
ho anche partecipato a una garetta di corsa da 6 km scarsi.

ed ecco qui le novità:

* probabilmente inizierò a scrivere per il blog di youcanprint: un articolo a settimana ogni martedì su scrittura, autopubblicazione, book marketing
* entro fine mese metterò in promozione gratuita i miei romanzi "Ti voglio bene lo stesso" e "Non un romanzo erotico", quindi se stavate meditando di acquistarne uno o entrambi pazientate una decina di giorni e potrete scaricarli gratis
* sto lavorando a un nuovo racconto per il concorso 8x8 (questo sarà il quarto anno consecutivo in cui ci provo. sto cercando di detenere il record: quante volte si può partecipare allo stesso concorso senza essere considerati di striscio?) vi farò sapere.

giovedì 14 settembre 2017

loro sì che hanno capito tutto

pensavo agli orsi, ai ghiri e a quegli animali che durante la brutta stagione vanno in letargo.
ecco, vorrei fare lo stesso: ficcarmi nel letto, avvolgermi nel piumone e risvegliarmi a primavera inoltrata.
gli animali che vanno in letargo hanno capito tutto.
no, scusate, rettifico. ho appena scoperto che il 17.11.17 esce il nuovo cd dei negramaro e devo stare sveglia!

ps di servizio: oggi sono ospite del blog di tiziana cazziero con un post in cui racconto com'è che a 35 anni continuo a scrivere romanzi invece di metter su famiglia. clicca qui per leggerlo

martedì 12 settembre 2017

non tutti i mali vengono per nuocere

stamattina faceva freddo, così freddo che il matematico ha dovuto indossare il cammello* (dicesi cammello giacca autunnale color cammello).
un attimo prima di avventurarsi fuori casa, in una giornata autunnale bagnata e grigia, il matematico ha esclamato: "ecco dov'era la mia chiavetta usb".

al momento il ritrovamento della chiavetta nella tasca del cammello è l'unico aspetto positivo dell'arrivo di questo stupido autunno uggioso.

giovedì 7 settembre 2017

check-list

stamattina mi ero ripromessa di scrivere le cose che avrei voluto fare oggi.
ma non l'ho fatto.
così ho perso un intero pomeriggio che avrei potuto impiegare proficuamente con le cose che avrei voluto fare oggi:
* continuare a leggere "ferma così"
* sistemare il racconto
* far partire la lavatrice
* rileggere e revisionare l'aborto di romanzo sulla corsa
* andare in posta
ora che sono scritte non mi resta che farle domani.

ps di servizio: oggi sono stata ospite del blog pennablu con questo post che prova a spiegare perché i best-seller, prima di diventare tali, spesso vengono rifiutati da più editori. se ti va di leggerlo clicca qui

mercoledì 6 settembre 2017

cose da vacanza #3

lungo il viaggio in macchina che dalla città di U ci portava in vacanza, ci siamo fermati a mangiare a pinguente, una ridente cittadina croata.
al termine del lauto e soddisfacente pasto abbiamo pagato con carta di credito. così, con la pancia piena, siamo ripartiti verso il mare.

la domenica successiva, al termine della vacanza, ci siamo resi conto che quel lauto pranzo consumato a pinguente non ci era mai stato addebitato.
il pagamento non era andato a buon fine.
è così che, sulla via del ritorno, ci siamo fermati a mangiare nello stesso posto, per poter pagare il conto del lunedì precedente.

quando al termine del pasto abbiamo presentato il vecchio scontrino accanto al nuovo, e dichiarato di volerli pagare entrambi, il cameriere (lo stesso della volta precedente) sembrava non capire.
abbiamo estinto i nostri debiti e ce ne siamo tornati a casa satolli.

non so che effetto faccia questa storia.
a me piace credere che chiunque avrebbe fatto come noi. che è normale essere onesti, che non c'è niente di straordinario.
ma ho come l'impressione che questo episodio ci faccia fare la figura dei fessi.
in un paese in cui si pratica l'arte dell'arrangiarsi, si predica il farsi furbi, e "senza fattura fa 50 altrimenti 80"... non dev'essere tenuta in gran conto la gran cosa che è l'onestà.

lunedì 4 settembre 2017

cose da vacanza #2

questo è il mio cuore in vacanza.
* che batte all'impazzata quando all'alba corro sul lungomare con negli occhi un paesaggio da togliere il fiato.
* che si riposa quando sto sulla spiaggia a leggere
* che si risveglia quando passeggio in cerca di qualcosa da mangiare
* che si dà da fare quando devo fare 423 scalini, dalla spiaggia a casa, per tornare a dormire.




domenica 3 settembre 2017

cose da vacanza #1

ho letto, in ordine:
il volo di alice di zita dazzi
la ragazza nella nebbia di donato carrisi
la grande menzogna di antonella sacco
è solo questione di magia di mila orlando
certi fiori stanno all'ombra di antonio ferrara.
tre in edizione cartacea e due in edizione kindle.
ora, forse sono io a essere imbranata, ma col kindle leggevo sulla spiaggia in qualsiasi posizione, giravo pagina senza patemi e riuscivo a evitare di essere accecata dal sole.
maneggiare i cartacei, soprattutto "la ragazza nella nebbia" che ha più di 300 pagine, è stato un vero incubo. voi tenete l'odore della carta, io leggo gli ebook.

ma quello che volevo dirvi di queste letture è: non guardate la copertina e immergetevi nelle pagine di antonella sacco. "la grande menzogna" è un libro stupendo, avvincente, scritto magistralmente, pieno di tensione e allo stesso tempo di introspezione. per me è una vera perla.
scaricatelo subito da qui, così non ve ne dimenticate.
aspetto di essere ringraziata a breve per l'impareggiabile consiglio di lettura :)